Articoli

Da qualche tempo, l’innovazione italiana può contare su un investitore d’eccezione: l’attaccante dei biancocelesti Ciro Immobile.

Il calciatore infatti, supporta numerose start-up nazionali, contribuendo in prima persona e promuovendo l’equity crowdfunding a favore di tali realtà.

Tra le imprese a cui Immobile sta dando una mano, si possono citare Moovenda, azienda che si occupa di food delivery; ShapeMe, servizio on-line di massaggi a domicilio; Revoilution, società che produce olio d’oliva calabrese; Inkdome, una piattaforma che permette agli utenti di trovare i migliori tatuatori in circolazione e Vikey , una compagnia che si occupa di affittare case a distanza, grazie all’utilizzo di una sofisticata e complessa tecnologia.

Per saperne di più clicca qui.

“Per le smart city è fondamentale l’open innovation”

Iren, la multi-utility con sede a Torino, lancia una call (in scadenza il 9 settembre) e crea un fondo di corporate venture capital pari a 20 milioni di euro per Startup del settore Cleantech.

Una svolta decisiva guidata da Massimiliano Bianco, Ceo di Iren, il quale afferma:

“Per le smart city è fondamentale l’open innovation. Serve la collaborazione delle pubbliche amministrazioni, ma anche la capacità di aprirsi per innovare”. 

Per saperne di più, clicca qui.

Sulla scia dell’ampia rappresentanza italiana durante l’edizione del 2018, è finalmente disponibile il bando per le Startup che vogliono partecipare al Ces 2019.

Il bando è disponibile sul sito di Teorema Engineering, azienda coordinatrice della partecipazione italiana all’evento, in collaborazione con l’Area Science Park di Trieste.

Per maggiori informazioni, clicca qui.

Sono in corso i lavori per nuova edizione dell’Osservatorio Startup Intelligence, la piattaforma open innovation per piccole, medie e grandi imprese. Il progetto, in collaborazione con PoliHub, si inserisce nell’ambito delle attività degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano. La formazione per la nuova edizione si concluderà entro luglio; il via ad ottobre.

Per maggiori informazioni, clicca qui.

Il primo semestre del 2018 vede un segno positivo davanti ai dati riguardanti gli investimenti in Italia (233 milioni da gennaio). Importante il ruolo del crowdfunding e delle “piattaforme digitali“, che rappresentano, ormai, il principale elemento di intermediazione tra investitori e capitali di Startup e PMI. Prima fra tutte Mamacrowd, con una raccolta pari al 47%dell’intero crowdfunding italiano.

Per saperne di più, clicca qui.

SUNSIIT è la prima app vacanze made in Sicily per il booking facile e veloce di lidi e spiagge. Questa la missione di Frank Nicoletti, Gianfranco Arone Di Valentino e Gaetano Gaglio: fornire un’interfaccia user-friendly e dinamica per raggiungere i lidi più vicini.

Tutte le spiagge italiane a portata di click!

Scopri di più cliccando qui.

Un’azienda open innovated a servizio della semplicità e della sicurezza nell’utilizzo delle monete virtuali.

Nel 2015 Christian Miccoli, attuale AD di Che banca!, e Vincenzo Di Nicola, ex ricercatore presso l’University of California e collaboratore di Yahoo e Microsoft, fondano Conio, la startup italiana che si pone l’obiettivo di rendere più semplice e sicuro l’impiego delle monete virtuali, per mezzo di un’app che permette di acquistare, vendere, conservare Bitcoin e di utilizzarli per effettuare pagamenti.

Conio ha già avviato numerose collaborazioni con startup nazionali e Poste Italiane è entrata a far parte dell’equity dell’azienda nel 2016, con un significativo investimento pari a 3 milioni di dollari. La mission è quella di sollecitare la nascita di un sistema fortemente integrato e collaborativo che ricalchi fortemente lo stile diffuso nella Silicon Valley, in cui le startup si sostengono vicendevolmente.

Per saperne di più, clicca qui.

 

Favorire la circolazione dei capitali e incentivare gli investimenti: gli obiettivi delle iniziative pubbliche e private per le PMI.

Recentemente, la Commissione Europea ha approvato delle norme volte a facilitare l’accesso delle PMI nei mercati pubblici, snellire la burocrazia per le imprese che vogliono essere quotate e favorire l’emissione di titoli sui mercati di crescita, nonché una maggiore liquidità.

In Italia, già con la Legge di Bilancio 2018, è stato previsto un nuovo pacchetto incentivi “Finanza per la Crescita”, che ha lo scopo di agevolare l’ingresso delle imprese nella finanza e la loro capitalizzazione.

Clicca qui per sapere di più riguardo agli incentivi italiani ed europei per le PMI.

Una nuova iniziativa di investimento per supportare le aziende che operano nel campo dei pagamenti e della sicurezza delle informazioni.

Il fintech ha conosciuto una forte espansione a partire dal 2008, configurandosi, ancora oggi, come un settore in forte ascesa. A riconoscerlo è VISA, colosso internazionale delle carte di credito, che ha avviato due progetti di open innovation a sostegno delle startup attive in questo campo. Lo scopo è proprio quello di sostenere le aziende innovatrici nel settore bancario e, specificatamente, nelle aree riguardanti i pagamenti, la prevenzione delle frodi, la sicurezza delle informazioni e l’e-commerce.

Prima tappa dell’investimento il Regno Unito, seguito da Europa e Israele.

Per saperne di più, clicca qui.

 

Dal 05 Giugno 2018, il via alla Call for Startups di TIM WCAP.

Anche quest’anno WCAP! Il leader nel settore delle telecomunicazioni seleziona 14 Startup per la valutazione di soluzioni digitali innovative e per l’implementazione di modelli di business promettenti, con ampio potenziale di sviluppo. TIM mette a disposizione per le aziende selezionate, oltre ad un contributo economico, un Programma di Accelerazione per lo sviluppo imprenditoriale e il perfezionamento del progetto, tramite l’attivazione di sistemi di networking, formazione e mentorship.

Cosa aspetti? Accetta anche tu la sfida ed iscrivi la tua Startup a TIM WCAP.
Per maggiori informazioni e Regolamento clicca qui.
Ricorda: hai tempo fino al 25 luglio!