In questa categoria sono presenti le News  riguardanti il mondo della Tecnologia, Startup e Finanziamenti.

10 innovazioni tecnologiche che avranno successo nel 2019 sono state oggetto di un’intervista realizzata dal Massachusetts Institute of Technology Review a Bill Gates.

Sono tecnologie che sono già state sviluppate, il cui potenziale non è stato ancora compreso in modo adeguato.

  1. Progetto Dactyl,ovvero una mano robotica capace di manipolare oggetti grazie all’intelligenza artificiale.

2. Progetti di fissione e reattori a fusione per diminuire le emissioni di carbonio .

3. Esame del sangue per prevenire le nascite premature.

4. Capsule endoscopiche per eseguire biopsie e osservare l’intestino.

5. Vaccini contro i tumori, che si servono del sistema immunitario degli individui per sconfiggere la malattia

6. Alimenti alternativi alla carne animale, con gusto e valore nutrizionale equivalente, creati in laboratorio

7. Strumenti per assorbire l’anidride carbonica e bloccarla

8. App per realizzare un elettrocardiogramma con l’Apple Watch

9. Bagni senza fognature per eliminare alcuni problemi sanitari

10. Assistenti virtuali con un linguaggio più “umano”

Se vuoi avere maggiori dettagli sulle innovazioni trattate da Bill Gates, clicca qui e scopri di più.

Google Translate è stato utilizzato per attuare una campagna di phishing, come è stato rilevato dall’esperto di sicurezza informatica Larry Cashdollar, che lavora all’interno del Security Intelligence Response Team dell’azienda Akamai.

Come funziona la truffa? Avvalendosi di Google Translate, gli autori dell’inganno riescono a far apparire la pagina di phishing, come una appartenente al dominio di Google.

Tale risultato è ottenuto traducendo la stessa pagina con il noto tool di Google.

Il tentativo si presta ad essere scoperto facilmente da un utente che accede al browser attraverso sistemi desktop, perchè in tal modo si riesce a visualizzare la barra degli strumenti di Google Translate e ci si può accorgere del tentativo di phishing.

Invece se ci si collega da un dispositivo mobile, la barra non risulta visibile, e si corre così un rischio più alto di cadere vittima della campagna di phishing.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli, clicca qui e scopri di più.

Il Mit, il Massachusetts Institute of Technology, è riuscito a scoprire come inviare messaggi audio attraverso il laser, recapitandoli direttamente alle orecchie degli interessati.

Il sistema inoltre, risulta assolutamente sicuro per gli occhi e la pelle e si avvale di un effetto fotoacustico che ricava onde sonore tramite i mutamenti di energia luminosa.

In particolare si utilizza il vapore acqueo dell’aria come materiale per l’assorbimento della luce e la successiva conversione in onde sonore.

In questa maniera, si potrà fare a meno dell’utilizzo di cuffie e auricolari, e il messaggio arriverà soltanto al destinatario.

Se vuoi approfondire maggiormente l’argomento clicca qui e scopri di più.

Apple ha introdotto uno strumento che ottimizza la lettura su iPhone, iPad e anche Mac.

Attivando questa nuova funzionalità, sarà possibile usufruire di una visualizzazione più chiara e nitida delle parole che appariranno sullo schermo e si potrà impedirà alla pubblicità e ai pop-up di comparire durante la lettura.

Come si fa a renderla operativa?

Per accedervi occorre per prima cosa aprire Safari, scorrere la pagina in alto e premere l’icona con le quattro linee parallele.

Cliccandoci, bisognerà selezionare “Reader View”, e tenerla premuta a lungo, finchè non apparirà il pulsante “Automatic Reader View”.

La funzionalità può inoltre essere impostata per tutti i siti web, cliccando sull’apposito pulsante.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sullo strumento ideato da Apple clicca qui e scopri di più.

“Italian Healthcare World” è la  web app  creata su input del dott. Pierdanilo Sanna. La piattaforma riunisce tutti i medici italiani che lavorano negli Emirati Arabi, e presto sarà operativa anche con riferimento ad altri Stati.

La finalità di Italian Healthcare World è quella di diffondere la professionalità dei dottori italiani all’estero, offrendo anche ai cittadini che si trovano in un Paese straniero, la possibilità di entrare in contatto con una rete organizzata di specialisti italiani.

Oltre alla web app, è stato creato anche il magazine on-line “The Journal of Italian Healthcare World”, all’interno del quale è possibile leggere articoli sulla salute e sulla sanità e interviste agli stessi medici.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli clicca qui e scopri di più.

Due pazienti di 51 e 24 anni, sono stati i primi ad aver ricevuto un cuore artificiale wireless, nel centro specialistico di Astana in Kazakistan.

Gli ambiziosi interventi sono stati eseguiti dal prof. Yuri Pya di Astana, dal prof. Ivan Netuka di Praga e dal prof. Massimo Massetti, ordinario di Cardiochirurgia all’Università Cattolica e direttore dell’Area Cardiovascolare della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS.

La particolarità dello strumento utilizzato, risiede nella possibilità di ricaricare il cuore in modalità wireless, grazie ad una cintura indossata dal paziente.

Tale dispositivo ha il vantaggio di diminuire i pericoli di infezioni e di garantire una migliore qualità della vita per il soggetto, a cui è stato impianto il cuore.

Se vuoi approfondire l’argomento relativo al primo cuore artificiale wireless clicca qui e scopri di più.

Apple annuncerà alcune novità in occasione dell’evento del 22 marzo.

Tra queste, sicuramente arriveranno i nuovi iPad, modelli aggiornati da 9,7 pollici e la nuova generazione dell’iPad mini.

Previsti anche l’AirPower , un tappetino di ricarica wireless in grado di essere utilizzato per per più apparecchi e i nuovi AirPods, che potranno essere ricaricati senza fili e garantiranno maggiori prestazioni.

Inoltre, saranno disponibili anche nella colorazione nera.

Per scoprire il nuovo iPhone occorrerà come sempre, attendere settembre.

Prossimamente si aspettano pure un aggiornamento dell’ipod touch e una nuova versione del MacBook pro da 16 pollici.

Se vuoi scoprire maggiori dettagli sulle novità Apple clicca qui e scopri di più.

La maggioranza dei concessionari europei non risulta provvisto di un sito web al passo con i tempi. A rilevarlo, è la ricerca eseguita da Motork, che ha realizzato il report “European Franchised Dealer Sites: Lo stato della presenza digitale della distribuzione automotive”.  

Cinque, in particolare, i mercati che sono stati oggetto dell’indagine: quello italiano, quello inglese, quello tedesco, quello francese ed infine quello spagnolo.

Quali sono i dati emersi? Intanto, il 25% sarebbe privo di una pagina contatti user-friendly, l’89% non risulterebbe ottimizzato per la visualizzazione su smartphone, il 45% non avrebbe link di condivisone sui social, il 54% non consentirebbe di conoscere il numero di auto disponibili e il 56% sarebbe sprovvisto delle funzionalità base.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sulla ricerca riguardante i siti web dei concessionari europei clicca qui  e scopri di più.

L’ultima creazione del MIT ha un fine ben preciso ed è quello di dare la possibilità anche alle imprese più piccole, che per i budget ridotti non possono assumere una figura specializzata, di fare data science.

Il software, in particolare, permettere di analizzare i dati inseriti e di ottenere delle previsioni e delle statistiche precise.

Tutto ciò è possibile senza dover ricorrere ad uno statistico di professione, ma semplicemente inserendo il dataset nel software.

Per conoscere maggiori dettagli su questo nuovo strumento per fare data science clicca qui e scopri di più.

La nuova frontiera delle smartcity sono le smart road: le strade intelligenti. Si tratta, nello specifico di strade che permettono a chi le percorre, di comunicare gli altri utenti che si trovano sullo stesso tragitto, per scambiarsi informazioni utili, riguardanti per esempio il traffico o le condizioni meteo.

Lo scorso anno, ad aprile, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha emanato il c.d. decreto Smart Road, con il fine di creare e rendere operative questo tipo di strade.

In particolare, il decreto prevede due fasi: una prima che deve concludersi entro il 2025, e programma un intervento sulle infrastrutture italiane della rete europea
TEN-T, Trans European Network – Transport e su quella autostradale e statale; una seconda che dovrà essere realizzata entro il 2030, e prospetta invece l’attivazione di servizi specifici e l’installazione di dispositivi di monitoraggio.

Inoltre, è stata disposta anche l’istituzione di un Osservatorio Smart Road presso il Ministero, con compiti di vigilanza e di coordinamento.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sull’iniziativa clicca qui  e scopri di più.