Articoli

Google Translate è stato utilizzato per attuare una campagna di phishing, come è stato rilevato dall’esperto di sicurezza informatica Larry Cashdollar, che lavora all’interno del Security Intelligence Response Team dell’azienda Akamai.

Come funziona la truffa? Avvalendosi di Google Translate, gli autori dell’inganno riescono a far apparire la pagina di phishing, come una appartenente al dominio di Google.

Tale risultato è ottenuto traducendo la stessa pagina con il noto tool di Google.

Il tentativo si presta ad essere scoperto facilmente da un utente che accede al browser attraverso sistemi desktop, perchè in tal modo si riesce a visualizzare la barra degli strumenti di Google Translate e ci si può accorgere del tentativo di phishing.

Invece se ci si collega da un dispositivo mobile, la barra non risulta visibile, e si corre così un rischio più alto di cadere vittima della campagna di phishing.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli, clicca qui e scopri di più.