Articoli

Si chiama BagBnb ed è un’applicazione innovativa che ti offre un elenco dei posti dove puoi lasciare il tuo bagaglio, durante le ore prima della partenza.

BagBnb è un servizio attualmente attivo in circa 300 città in tutto il mondo.

Utilizzarlo è semplicissimo: occorre scaricare l‘applicazione sul proprio dispositivo ed effettuare la ricerca.

La soluzione restituirà una serie di risultati, che riporteranno un elenco di bar e negozi, dove sarà possibile custodire il proprio bagaglio in attesa della partenza, senza la necessità di portarlo con sè, in giro per la città.

Nata in qualità di startup, BagBnb ha ricevuto un importante finanziamento da parte dei fondi VV2 e VV4, che sono gestiti dalla società Vertis.

Il mercato relativo al deposito bagagli presenta infatti, delle ottime potenzialità e delle floride prospettive di guadagno: ben 5 miliardi di euro.

Per il futuro si prevedono l’ampliamento delle città in cui si potrà usufruire del servizio e l’offerta di altri prodotti, oltre alla custodia del bagaglio.

La volontà è quella di rendere BagBnb un punto di riferimento di rilievo per chi viaggia, con una gamma di servizi eccellenti e innovativi.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli, clicca qui e scopri di più!

Una serie di app che aiutano a controllare la propria alimentazione, per seguire una dieta bilanciata, direttamente dallo smartphone

La prima app indispensabile da scaricare sul proprio cellulare, utile per seguire una dieta, è senza dubbio Myfitnesspal.

L’app permette di scegliere se dimagrire, mantenersi o prendere peso, e dopo aver indicato una serie di parametri, fornisce il numero di calorie da assumere giornalmente.

MyCIA è l’applicazione perfetta per chi ha particolari esigenze, e vuole mantenerle anche quando mangia fuori casa.

La sua particolarità infatti, sta nel permettere di ricercare un piatto specifico e visualizzare i ristoranti che lo propongono.

Melarossa invece configura una dieta personalizzata, in base ai valori immessi, suggerendo anche consigli e ricette.

Infine Lifesum, rappresenta una sorta di diario alimentare virtuale, che conferisce all’utente un voto in base alla tipologia e alla quantità di cibo annotato.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sull’argomento, clicca qui e scopri di più.

Desideri un’app personalizzata e non sai da dove iniziare? Contattaci subito per ricevere tutte le informazioni che cerchi!

Nel Report Connected Shoppers, Salesforce racconta com’è cambiato lo shopping per gli utenti, online e offline

Salesforce ha realizzato un report sull’evoluzione dei comportamenti dei consumatori, in rete e non.

E’ interessante notare come gli acquisti compiuti per via telematica siano sempre più in aumento, 1 su 10 infatti, viene eseguito sul web. Non è un caso infatti, che gli utenti posseggano sul proprio dispositivo mobile, almeno 3 app dedicate allo shopping.

La crescita del digitale non sembra arrestarsi e anzi sarà protagonista dei prossimi regali di natale.

Le statistiche, in particolare, affermano che il 90% degli italiani realizzerà i propri doni per mezzo di retailer, brand e marketplace online. E il 20% si servirà per le proprie idee, di uno dei social network più utilizzati del momento: Instagram.

Ecco perchè, oggi più che mai, risulta fondamentale gestire al meglio la propria pagina Ig e possedere un sito e-commerce.

Vuoi ricevere informazioni su come creare il tuo e-commerce o come gestire i tuoi social? Contattaci subito compilando il nostro form!

 Sempre all’interno del report, si legge che circa il 34% dei consumatori compra servendosi di un wallet digitale, il 12% utilizza i canali social e il 7% delle app di messaggistica.

Se vuoi avere maggiori dettagli sulla ricerca condotta da Salesforce, clicca qui e scopri di più.

Con la dark mode, presto gli utenti Facebook avranno la possibilità di scegliere tra lo sfondo bianco e quello nero.

Dopo Twitter, anche su Facebook sarà possibile impostare la versione dark mode del social, per non stressare eccessivamente la vista.

Attualmente, la versione risulta disponibile in fase di test, soltanto per alcuni utenti. Lo schermo nero potrebbe però essere già pronto per tutti prima del 2020.

La novità inoltre, interesserà anche un’altra applicazione di rilievo: pure whatsapp presto, consentirà di scegliere se utilizzare lo schermo chiaro o scuro.

Se vuoi avere maggiori dettagli sull’ultimo cambiamento che coinvolgerà il noto social di Zuckerberg, clicca qui e scopri di più.

Desideri ricevere supporto per gestire il profilo Facebook della tua azienda o del tuo progetto? Contattaci subito!

Esistono una serie di applicazioni per organizzare i compiti di lavoro direttamente da mobile

Per gestire agevolmente i flussi di lavoro, sono disponibili diverse app. Eccone alcuni esempi:

  • Work app è un’applicazione che consente di visualizzare i compiti assegnati agli utenti e che invia un messaggio, ogni volta che si termina o si aggiunge, una nuova mansione da svolgere.
  • Con MyNet i dipendenti hanno la possibilità di domandare permessi e fissare riunioni.
  • Panless si serve dell’intelligenza artificiale per scegliere i lavoratori più adatti ad eseguire un determinato compito.
  • Slack suddivide le chat in base ad argomenti e progetti specifici.
  • Regus permette di prenotare sale riunioni e spazi di lavoro in generale.

Se vuoi avere maggiori dettagli sull’argomento clicca qui e scopri di più.

Questa lista non va bene per te? Desideri un’app personalizzata per le tue esigenze?

Contattaci, ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Operazioni più precise e sicure, grazie ad un progetto che si avvale delle potenzialità della realtà aumentata

Il progetto europeo VOSTARS (Video and Optical See Through Augmented Reality surgical Systems) ha ricevuto un finanziamento da parte dell’Unione di circa 4 milioni di euro e permetterà ai chirurghi di operare sfruttando la realtà aumentata.

A dirigere i numerosi soggetti pubblici e privati, che fanno parte dell’iniziativa, è un italiano: il prof. Vincenzo Ferrari dell’Università di Pisa.

Si tratta di un’invenzione straordinaria, perché permette allo specialista che effettua l’operazione, di disporre di dati e notizie aggiuntive, semplicemente utilizzando un visore indossabile, senza smettere di osservare la zona su cui sta intervenendo.

Dello strumento esiste già un prototipo, il cui funzionamento verrà testato nei prossimi mesi.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sul progetto VOSTARS, clicca qui e scopri di più.

WeWalk è lo strumento innovativo che si appone al bastone da passeggio e che fornisce informazioni importanti ai non vedenti

Con WeWalk i non vedenti hanno oggi a disposizione un valido aiuto, per orientarsi e conoscere informazioni importanti.

Ideato da un ingegnere turco ipovedente di nome Kursat Ceylan, il dispositivo può essere posizionato sul bastone da passeggio ed è in grado di segnalare la presenza di ostacoli o di negozi e luoghi, che possono essere utili per chi lo utilizza.

Esso risulta inoltre compatibile con Google Maps e con gli assistenti vocali, e permette di accedere alle app che si hanno all’interno del proprio smartphone.

WeWalk può essere ricaricato tramite USB e ha un’autonomia di circa 5 ore.

Si tratta di un’invenzione molto importante, che può fortemente migliorare la vita di chi ha una disabilità visiva.

Se vuoi avere maggiori informazioni su questo argomento, clicca qui e scopri di più!

Conoscere come il proprio volto viene classificato dai sistemi dell’intelligenza artificiale rappresenta una curiosità di molti, per questo è stato realizzato un tool ad hoc.

Un tool molto particolare, che consente di sapere come la propria immagine viene interpretata dai sistemi dell’intelligenza artificiale, è ora accessibile sul sito di ImageNet Roulette.

A creare questo strumento innovativo, è stato il programmatore Leif Ryge .

Ciò che colpisce, consiste nel notare alcuni meccanismi privi di logica, che assegnano i volti delle persone ritratte nelle fotografie, a categorie che non presentano alcun collegamento con l’immagine.

Si vuole porre l’attenzione proprio su questo aspetto dello strumento, che può cadere facilmente in errore o basarsi su pregiudizi inesistenti.

Inoltre, il tool è in esposizione alla mostra Training Humans che si tiene alla Fondazione Prada di Milano.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sull’argomento, clicca qui e scopri di più.

La celebre app di Huawei, Storysign, che permette ai bambini sordi di leggere le favole, adesso è disponibile anche per iOS

Storysign è un’app che traduce le favole per i bambini non udenti nel linguaggio dei segni, grazie ad un avatar virtuale.

Creata da Huawei, da poco è disponibile anche per iOS, insieme a due nuovi libri. La finalità è quella di aiutare i piccoli utenti, colpiti da sordità, ad imparare a leggere, viste le difficoltà dovute alla disabilità uditiva.

Per la lingua dei segni italiana, sono cinque i titoli presenti nella libreria dell’applicativo:

  • Questo (non) è un leone di Ed Vere,
  • Tre Piccoli Coniglietti di Beatrix Potter,
  • Il Tuo amico Spotty di Eric Hill,
  • Che Sorpresa Spotty! Di Eric Hill
  • Buon Compleanno! Di Beatrix Potter.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sull’argomento, clicca qui e scopri di più.

Luminar 4 permette di ritoccare le foto, modificando il cielo raffigurato nelle immagini, grazie all’AI

Si chiama Luminar 4 ed è un applicativo in grado di sostituire il cielo ritratto in una foto, tramite l’intelligenza artificiale.

Il software, ideato dall’azienda Skylum, è in grado di produrre dei risultati davvero stupefacenti, intervenendo su tutte le altre impostazioni in base al tipo di cielo inserito.

Seppur con qualche limitazione, che si appresta ad essere risolta da nuove future versioni, il programma consente di far apparire una foto immortalata di giorno, come se fosse scattata di notte.

L’algoritmo è capace di comprendere e regolare diversi parametri, riuscendo ad ottenere modifiche che sarebbero possibili, solo grazie all’ausilio di un esperto di foto-ritocco.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sull’argomento, clicca qui e scopri di più.