Si chiama Divinea ed è un portale su cui prenotare degustazioni ed eventi riservati al turismo enologico

Divinea è la piattaforma creata dagli ingegneri Matteo Ranghetti e Filippo Galanti, ideata per ricercare e partecipare ad eventi ed iniziative dove il vino è il vero protagonista.

Sono numerose le attività che è possibile prenotare, ben 350, come:

  • la vendemmia esperienziale,
  • il pic-nic in vigna,
  • il trekking
  • la vinoterapia.

L’idea dei dei due creatori di Divinea è anche quella di innovare il settore del turismo enologico, collaborando con un numero sempre maggiore di cantine, che in tal modo ottengono una visibilità rilevante.

Essere presenti online, rappresenta un’occasione da sfruttare per queste realtà, e partecipare in tal modo alla crescita potenziale del settore.

E per il futuro? I prossimi obiettivi di Ranghetti e Galanti, riguardanol’applicazione del portale anche al settore gastronomico e al turismo enologico straniero.

Se desideri conoscere maggiori dettagli su Divinea, clicca qui e scopri di più.

Vuoi creare anche tu la tua piattaforma? Contattaci subito per ricevere un preventivo!

Nel Report Connected Shoppers, Salesforce racconta com’è cambiato lo shopping per gli utenti, online e offline

Salesforce ha realizzato un report sull’evoluzione dei comportamenti dei consumatori, in rete e non.

E’ interessante notare come gli acquisti compiuti per via telematica siano sempre più in aumento, 1 su 10 infatti, viene eseguito sul web. Non è un caso infatti, che gli utenti posseggano sul proprio dispositivo mobile, almeno 3 app dedicate allo shopping.

La crescita del digitale non sembra arrestarsi e anzi sarà protagonista dei prossimi regali di natale.

Le statistiche, in particolare, affermano che il 90% degli italiani realizzerà i propri doni per mezzo di retailer, brand e marketplace online. E il 20% si servirà per le proprie idee, di uno dei social network più utilizzati del momento: Instagram.

Ecco perchè, oggi più che mai, risulta fondamentale gestire al meglio la propria pagina Ig e possedere un sito e-commerce.

Vuoi ricevere informazioni su come creare il tuo e-commerce o come gestire i tuoi social? Contattaci subito compilando il nostro form!

 Sempre all’interno del report, si legge che circa il 34% dei consumatori compra servendosi di un wallet digitale, il 12% utilizza i canali social e il 7% delle app di messaggistica.

Se vuoi avere maggiori dettagli sulla ricerca condotta da Salesforce, clicca qui e scopri di più.

Con la dark mode, presto gli utenti Facebook avranno la possibilità di scegliere tra lo sfondo bianco e quello nero.

Dopo Twitter, anche su Facebook sarà possibile impostare la versione dark mode del social, per non stressare eccessivamente la vista.

Attualmente, la versione risulta disponibile in fase di test, soltanto per alcuni utenti. Lo schermo nero potrebbe però essere già pronto per tutti prima del 2020.

La novità inoltre, interesserà anche un’altra applicazione di rilievo: pure whatsapp presto, consentirà di scegliere se utilizzare lo schermo chiaro o scuro.

Se vuoi avere maggiori dettagli sull’ultimo cambiamento che coinvolgerà il noto social di Zuckerberg, clicca qui e scopri di più.

Desideri ricevere supporto per gestire il profilo Facebook della tua azienda o del tuo progetto? Contattaci subito!

Esistono una serie di applicazioni per organizzare i compiti di lavoro direttamente da mobile

Per gestire agevolmente i flussi di lavoro, sono disponibili diverse app. Eccone alcuni esempi:

  • Work app è un’applicazione che consente di visualizzare i compiti assegnati agli utenti e che invia un messaggio, ogni volta che si termina o si aggiunge, una nuova mansione da svolgere.
  • Con MyNet i dipendenti hanno la possibilità di domandare permessi e fissare riunioni.
  • Panless si serve dell’intelligenza artificiale per scegliere i lavoratori più adatti ad eseguire un determinato compito.
  • Slack suddivide le chat in base ad argomenti e progetti specifici.
  • Regus permette di prenotare sale riunioni e spazi di lavoro in generale.

Se vuoi avere maggiori dettagli sull’argomento clicca qui e scopri di più.

Questa lista non va bene per te? Desideri un’app personalizzata per le tue esigenze?

Contattaci, ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Operazioni più precise e sicure, grazie ad un progetto che si avvale delle potenzialità della realtà aumentata

Il progetto europeo VOSTARS (Video and Optical See Through Augmented Reality surgical Systems) ha ricevuto un finanziamento da parte dell’Unione di circa 4 milioni di euro e permetterà ai chirurghi di operare sfruttando la realtà aumentata.

A dirigere i numerosi soggetti pubblici e privati, che fanno parte dell’iniziativa, è un italiano: il prof. Vincenzo Ferrari dell’Università di Pisa.

Si tratta di un’invenzione straordinaria, perché permette allo specialista che effettua l’operazione, di disporre di dati e notizie aggiuntive, semplicemente utilizzando un visore indossabile, senza smettere di osservare la zona su cui sta intervenendo.

Dello strumento esiste già un prototipo, il cui funzionamento verrà testato nei prossimi mesi.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sul progetto VOSTARS, clicca qui e scopri di più.