La blockchain è stata oggetto di un decreto legislativo emanato dalla Repubblica di San Marino.

Lo scopo è quello di definire il significato di tale tecnologia e illustrare i suoi molteplici utilizzi.

Si è voluto infatti chiarire che sebbene l’uso della blockchain sia spesso collegato alle monete digitali, le sue funzionalità possono essere numerose e rispondere a diverse esigenze.

Infatti, essa si presta ad essere adoperata anche per proteggere dati sensibili, per certificare i prodotti o per legittimare il voto elettorale.

“Vogliamo rendere il nostro Paese un hub tecnologico a livello internazionale e un partner legislativo per tutti coloro che vorranno sviluppare i propri progetti blockchain nella nostra realtà, potendo ritrovarvi un terreno fertile e un quadro giuridico ideale” ha commentato Andrea Zafferani, Segretario di Stato per l’Industria, l’Artigianato e il Commercio, il Lavoro, la Cooperazione e le Telecomunicazioni della Repubblica di San Marino, presentando il decreto.

Se vuoi approfondire l’argomento clicca qui e scopri di più.

Gli avatar digitali potrebbero presto arrivare nelle aziende, grazie ad un progetto denominato “UBS Companion” promosso dall’UBS Global Wealth Management Innovation Lab, che per realizzarlo si è servita di FaceMe, un’azienda che si occupa di intelligenza artificiale situata in Nuova Zelanda.

In particolare, sono stati creati due avatar, di cui uno uguale al capo economista di UBS Daniel Kalt.

Le potenzialità di questa innovazione porteranno grandi cambiamenti nel mondo del lavoro, grazie all’utilizzo della realtà aumentata e della realtà virtuale. Sarà infatti possibile collaborare da remoto, interagendo a distanza tramite gli avatar digitali.

Tecnologie simili sono state applicate anche nel settore della moda e della televisione, per sostituire modelli e presentatori. Non a caso, sul punto sono state avanzate delle critiche da chi sostiene che con il tempo queste innovazioni potrebbero finire per prendere il posto dei lavoratori reali, diminuendo la richiesta di forza lavoro.

Se vuoi saperne di più sugli avatar digitali clicca qui.

10 innovazioni tecnologiche che avranno successo nel 2019 sono state oggetto di un’intervista realizzata dal Massachusetts Institute of Technology Review a Bill Gates.

Sono tecnologie che sono già state sviluppate, il cui potenziale non è stato ancora compreso in modo adeguato.

  1. Progetto Dactyl,ovvero una mano robotica capace di manipolare oggetti grazie all’intelligenza artificiale.

2. Progetti di fissione e reattori a fusione per diminuire le emissioni di carbonio .

3. Esame del sangue per prevenire le nascite premature.

4. Capsule endoscopiche per eseguire biopsie e osservare l’intestino.

5. Vaccini contro i tumori, che si servono del sistema immunitario degli individui per sconfiggere la malattia

6. Alimenti alternativi alla carne animale, con gusto e valore nutrizionale equivalente, creati in laboratorio

7. Strumenti per assorbire l’anidride carbonica e bloccarla

8. App per realizzare un elettrocardiogramma con l’Apple Watch

9. Bagni senza fognature per eliminare alcuni problemi sanitari

10. Assistenti virtuali con un linguaggio più “umano”

Se vuoi avere maggiori dettagli sulle innovazioni trattate da Bill Gates, clicca qui e scopri di più.

Google Translate è stato utilizzato per attuare una campagna di phishing, come è stato rilevato dall’esperto di sicurezza informatica Larry Cashdollar, che lavora all’interno del Security Intelligence Response Team dell’azienda Akamai.

Come funziona la truffa? Avvalendosi di Google Translate, gli autori dell’inganno riescono a far apparire la pagina di phishing, come una appartenente al dominio di Google.

Tale risultato è ottenuto traducendo la stessa pagina con il noto tool di Google.

Il tentativo si presta ad essere scoperto facilmente da un utente che accede al browser attraverso sistemi desktop, perchè in tal modo si riesce a visualizzare la barra degli strumenti di Google Translate e ci si può accorgere del tentativo di phishing.

Invece se ci si collega da un dispositivo mobile, la barra non risulta visibile, e si corre così un rischio più alto di cadere vittima della campagna di phishing.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli, clicca qui e scopri di più.

Il Mit, il Massachusetts Institute of Technology, è riuscito a scoprire come inviare messaggi audio attraverso il laser, recapitandoli direttamente alle orecchie degli interessati.

Il sistema inoltre, risulta assolutamente sicuro per gli occhi e la pelle e si avvale di un effetto fotoacustico che ricava onde sonore tramite i mutamenti di energia luminosa.

In particolare si utilizza il vapore acqueo dell’aria come materiale per l’assorbimento della luce e la successiva conversione in onde sonore.

In questa maniera, si potrà fare a meno dell’utilizzo di cuffie e auricolari, e il messaggio arriverà soltanto al destinatario.

Se vuoi approfondire maggiormente l’argomento clicca qui e scopri di più.

Apple ha introdotto uno strumento che ottimizza la lettura su iPhone, iPad e anche Mac.

Attivando questa nuova funzionalità, sarà possibile usufruire di una visualizzazione più chiara e nitida delle parole che appariranno sullo schermo e si potrà impedirà alla pubblicità e ai pop-up di comparire durante la lettura.

Come si fa a renderla operativa?

Per accedervi occorre per prima cosa aprire Safari, scorrere la pagina in alto e premere l’icona con le quattro linee parallele.

Cliccandoci, bisognerà selezionare “Reader View”, e tenerla premuta a lungo, finchè non apparirà il pulsante “Automatic Reader View”.

La funzionalità può inoltre essere impostata per tutti i siti web, cliccando sull’apposito pulsante.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sullo strumento ideato da Apple clicca qui e scopri di più.

“Italian Healthcare World” è la  web app  creata su input del dott. Pierdanilo Sanna. La piattaforma riunisce tutti i medici italiani che lavorano negli Emirati Arabi, e presto sarà operativa anche con riferimento ad altri Stati.

La finalità di Italian Healthcare World è quella di diffondere la professionalità dei dottori italiani all’estero, offrendo anche ai cittadini che si trovano in un Paese straniero, la possibilità di entrare in contatto con una rete organizzata di specialisti italiani.

Oltre alla web app, è stato creato anche il magazine on-line “The Journal of Italian Healthcare World”, all’interno del quale è possibile leggere articoli sulla salute e sulla sanità e interviste agli stessi medici.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli clicca qui e scopri di più.