Articoli

Tra due anni, il prossimo Expo avrà sede a Dubai e al suo interno fremono i progetti pronti a trasformarla in una perfetta smart city.

La prima tappa di questo percorso innovativo prevede l’abbandono dei moduli cartacei da parte della pubblica amministrazione, che espleterà i propri servizi in modo virtuale.

Come potrà essere attuata una simile iniziativa? Tramite il  blockchain ed un sistema d’identità pubblica digitale, tecnologie che saranno utilizzate per erogare le prestazioni amministrative ai cittadini.

Inoltre, sarà previsto un nuovo e particolare mezzo di trasporto per la polizia cittadina, che potrà sorvolare il traffico grazie a delle specialissime moto-droni, su cui attualmente si stanno effettuando i test di funzionamento.

Si punterà poi in particolare, ad incrementare le fonti di energie rinnovabili. Non a caso, recentemente è stata avviata la realizzazione del parco solare più grande del mondo, che avrà un’estensione di 240 km e riuscirà ad erogare  5 Gigawatt di energia, tramite l’ausilio di pannelli fotovoltaici.

Per incentivare gli investimenti in innovazione e start up, si è deciso infine di inaugurare la cosiddetta “Smart city academy“, un ateneo universitario specifico per  professionisti ed esperti di Blockchain e innovazione.

Se vuoi conoscere ulteriori dettagli clicca qui e scopri di più!

Secondo la classifica di ICity Rate 2018, il rapporto che annualmente viene stilato da FPA, società del gruppo Digital360, Milano rappresenta la città più smart di Italia, seguita da Firenze e Bologna.

Roma è solo quindicesima, mentre gli ultimi posti della graduatoria sono occupati da realtà meridionali, a conferma del fatto che il divario tra nord e sud non accenna ad arrestarsi.

L’obiettivo di FPA è quello di descrivere la condizione dei comuni italiani  per quanto riguarda il loro essere smart e a misura di cittadini, esaminando diversi settori quali occupazione, ricerca e innovazione, solidità economica, trasformazione digitale, energia, partecipazione civile, inclusione sociale, istruzione, attrattività turistico-culturale, rifiuti, sicurezza e legalità, mobilità sostenibile, verde urbano, suolo e territorio, acqua e aria.

Per conoscere i dettagli del report di ICity Rate clicca qui e scopri di più.