Articoli

Con la dark mode, presto gli utenti Facebook avranno la possibilità di scegliere tra lo sfondo bianco e quello nero.

Dopo Twitter, anche su Facebook sarà possibile impostare la versione dark mode del social, per non stressare eccessivamente la vista.

Attualmente, la versione risulta disponibile in fase di test, soltanto per alcuni utenti. Lo schermo nero potrebbe però essere già pronto per tutti prima del 2020.

La novità inoltre, interesserà anche un’altra applicazione di rilievo: pure whatsapp presto, consentirà di scegliere se utilizzare lo schermo chiaro o scuro.

Se vuoi avere maggiori dettagli sull’ultimo cambiamento che coinvolgerà il noto social di Zuckerberg, clicca qui e scopri di più.

Desideri ricevere supporto per gestire il profilo Facebook della tua azienda o del tuo progetto? Contattaci subito!

Libra è la nuova valuta elettronica di Facebook

La diffusione è prevista per il prossimo 2020 e la nuova moneta potrà essere impiegata su diverse piattaforme come per esempio Spotify, Uber, Ebay e Booking.

Inoltre, ad occuparsi del relativo portafoglio virtuale, sarà Calibra, la società appartenente a Facebook.

In realtà, l’azienda del famoso social, non è l’unica a detenere la proprietà della cybervaluta: esiste infatti un consorzio no-profit di cui fanno parte 29 soggetti, tra cui anche Visa, Mastercard e Paypal. Componenti che in futuro, grazie alle trattative in corso, potrebbero diventare più numerosi.

Se vuoi avere maggiori dettagli su Libra, clicca qui e scopri di più.

Entro i prossimi tre mesi del 2019, Facebook consentirà agli utenti di realizzare i pagamenti tramite messenger e whatsapp.

Prima di rendere il progetto definitivo, l’azienda ha effettuato alcuni test in India, riscontrando dei feedback positivi tra coloro che hanno potuto provare in anteprima questa funzionalità inedita.

L’obiettivo di Zuckerberg è quello di estendere il servizio anche all’Europa, una scelta che si presume vincente, se si pensa che soltanto nel nostro Paese gli iscritti a Facebook sono circa 31 milioni.

Per conoscere maggiori dettagli clicca qui e scopri di più.

Era l’aprile del 2012 quando Kevin Systrom e Mike Krieger, fondatori di Instagram, social media famoso in tutto il Mondo, hanno deciso di vendere l’app a Mark Zuckerberg.

Dopo numerosi dissidi, dovuti alla mancanza di una visione comune con i dirigenti di Facebook, i due sono arrivati alla conclusione  di lasciare i ruoli  di amministratore delegato e director of engineering della piattaforma dedicata alla fotografia.

Systrom e Krieger non hanno accettato l’invadenza  da parte dei più stretti collaboratori di Zuckerberg, manifestando i propri dubbi soprattutto a proposito dell’indipendenza di Instagram, minacciata dalla sua continua subordinazione rispetto a Facebook, con l’intento di mettere in primo piano soprattutto quest’ultimo.

Per saperne di più clicca qui.