Articoli

L’emergenza COVID-19 ha stravolto il mondo dell’economia, determinando perdite, ma anche nuove possibilità per i commercianti che non hanno avuto timore di scegliere l’innovazione.

Il grande momento di difficoltà causato dal COVID-19 ha colpito tutte le realtà economiche, dalle più piccole alle più grandi, anche se in misura differente. C’è però chi ha dimostrato grande forza nel sapersi riorganizzare, decidendo di cogliere le opportunità del mondo digitale e riadattando la propria attività in modo da poter continuare a lavorare.

L’avanzata degli shop online, già ampiamente diffusi prima della pandemia, ha subito una forte accelerazione grazie alle limitazioni imposte dal governo, per salvaguardare la salute degli italiani. Così molti imprenditori hanno scelto di non farsi travolgere interamente dalla crisi, dotandosi di un negozio online.

Se da un lato l’elevata domanda di beni dovuta all’emergenza ha dimostrato l’incapacità dei grandi colossi delle piattaforme di vendita sul web di fronteggiare una maggiore richiesta, dall’altro ciò ha dato a tanti piccoli commercianti l’occasione di inserirsi sul mercato. Da qui l’importanza di possedere un proprio sito e un e-commerce, dove permettere agli utenti interessati di visualizzare la merce e di comprarla a distanza.

Se vuoi approfondire l’argomento clicca qui , mentre ti ricordiamo che qui avevamo parlato delle opportunità legate all’apertura di un e-commerce e dei nostri consigli per riorganizzare il tuo business in questo momento.

Inoltre, occorre notare che anche le ricerche stesse degli utenti sono fortemente mutate, al riguardo, un report di SEO Tester Online mostra che le Keyword più digitate sono quelle connesse al Coronavirus, ma anche alla spesa online, al food delivery, alla GDO.

Per conoscere ulteriori dettagli sulla ricerca ti consigliamo di leggere questa intervista cliccando qui .

Le disposizioni ministeriali hanno costretto molte attività alla chiusura, ma resta la possibilità di continuare la vendita online e a domicilio! Apri subito il tuo e-commerce!

Hai mai pensato di aprire un e-commerce connesso al tuo business?

Farlo adesso, potrebbe rappresentare la mossa giusta per far fronte all’emergenza attuale, dettata dalla diffusione del coronavirus, un evento che sta fortemente influendo sull’economia e sulle aziende del Paese.

Stiamo attraversando una svolta epocale e oggi più che mai per un’impresa è importante sapere come riorganizzarsi e attuare dei piani B, per proseguire la propria attività.

La tecnologia in questo momento ci viene in aiuto e ci fornisce strumenti che possono essere fondamentali, come le piattaforme e-commerce, negozi virtuali su cui possono acquistare clienti provenienti da ogni parte del mondo, direttamente dalle proprie abitazioni.

Continua a leggere e scopri i nostri suggerimenti, su come reinventare la tua attività con uno shop online!

Numero 1. Crea il tuo e-commerce e vendi online

acquisti online

La maggior parte dei negozi sono chiusi a causa del virus, per cui molta gente si sta rivolgendo al commercio sul web per acquistare ciò di cui ha bisogno. Anche chi prima era più restio, ha dovuto per forza di necessità ,iniziare a fare compere online, ed ecco perché possedere un e-commerce di questi tempi, potrebbe tornarti utile.

I vantaggi sono molteplici: puoi vendere ad un pubblico molto più grande, intercettando il giusto target tramite un piano di sponsorizzazione mirato (come ti spieghiamo più avanti), e gestire ordini e transazioni comodamente dalla tua abitazione.

L’aumento delle vendite online è testimoniata anche da una ricerca di Nielsen, che ha rilevato un incremento pari all’81%. I settori maggiormente interessati dalla crescita sono naturalmente quello alimentare e per la cura domestica, ma la domanda è in aumento anche per altri tipi di beni. Per esempio, Amazon, colosso del settore, ha dovuto limitare alcune consegne per la richiesta eccessiva di merci.

E’ quindi l’occasione giusta per inserirsi sul mercato, contattaci per scoprire come fare.

Numero 2. Controlla la velocità del suo sito e verifica che sia mobile responsive

sito responsive

Possedere una piattaforma veloce, che consenta una navigazione ottimale agli utenti è sicuramente uno dei requisiti base per vendere online. Infatti, se il tempo di caricamento delle pagine dovesse risultare troppo lento, l’utente potrebbe stancarsi e abbandonare il portale, non portando a termine l’acquisto.

Un’alta frequenza di rimbalzo registrata inoltre, penalizza il sito non dando a Google la possibilità di indicizzarlo, determinando così effetti negativi in termini di visibilità dal punto di vista della SEO (vedi il paragrafo successivo).

Il sito deve essere anche responsive per dare modo ai consumatori di accedere da qualunque dispositivo, soprattutto dagli smartphone, che costituiscono il mezzo più utilizzato per collegarsi al web e anche per fare acquisti.

Affidati quindi a dei professionisti, che possano garantirti questi requisiti fondamentali!

Numero 3. Inserisci contenuti SEO oriented

seo ottimizzazione

Per aiutare i motori di ricerca ad indicizzare l’e-commerce e a farlo apparire tra i primi risultati, è necessario scrivere i diversi contenuti e le descrizioni dei prodotti, in base alle tecniche della SEO (Search Engine Optimization).

Un elemento importante è costituito anche dalla struttura del portale, che deve essere implementata in maniera tale da agevolare gli spider di Google nella scansione delle pagine.

Occorre seguire alcune accortezze, evitando comportamenti che potrebbero compromettere il posizionamento sul web, come la pubblicazione di testi duplicati, la scelta di Keyword sbagliate o l’inserimento di un page title troppo lungo.

I caratteri che possono essere ottimizzati sono molteplici, così come le regole da rispettare.

Tutto ciò serve a far capire al motore di ricerca che il nostro sito possiede risorse di valore, che meritano quindi di essere presenti tra i primi risultati delle pagine del web.

Numero 4. Studia i dati ottenuti e costruisci la tua strategia

Statistiche

Uno dei vantaggi del possedere uno shop online è rappresentato sicuramente dalla grande mole di dati che si ha a disposizione, con riferimento a tutti i movimenti e alle scelte degli utenti compiute all’interno del sito.

E’ possibile infatti, tracciare tutte le azioni eseguite da parte degli acquirenti, verificando quali sono i prodotti più acquistati, le pagine più visitate, il tempo di permanenza e persino gli articoli inseriti nel carrello e non comprati.

Tutte queste informazioni potrebbero essere molto utili per pianificare future strategie di vendita e per conoscere meglio la propria clientela.

Numero 5 . Non dimenticare di curare la tua presenza sui social e di sponsorizzare i tuoi contenuti

social media

In un momento come questo, è più che mai importante continuare a comunicare con il proprio pubblico, mantenendo il rapporto già creato con i clienti e rassicurandoli sulla prosecuzione della propria attività.

Far sapere agli utenti che i prodotti continueranno ad essere venduti attraverso lo shop online, può avere dei risvolti importanti, anche in termini di posizionamento all’interno della loro mente.

Inoltre, durante la quarantena aumenta il tempo a disposizione e di conseguenza anche quello trascorso sui social: ecco perché può essere rilevante incrementare l’advertising online, targetizzando meglio i clienti in base alle loro esigenze e ricerche.

Le possibilità di sponsorizzazione sono infinite, e anche con piccoli budget si possono raggiungere dei risultati importanti, se si è in grado di impostare le campagne in base ad una strategia ben definita.

Questi erano alcuni dei consigli che abbiamo pensato per te! Se sei interessato a sapere di più e scoprire come aprire il tuo e-commerce, contattaci subito cliccando qui!

Creeremo uno shop online adatto per la tua attività e troveremo insieme soluzioni specifiche per il tuo business!

Nel Report Connected Shoppers, Salesforce racconta com’è cambiato lo shopping per gli utenti, online e offline

Salesforce ha realizzato un report sull’evoluzione dei comportamenti dei consumatori, in rete e non.

E’ interessante notare come gli acquisti compiuti per via telematica siano sempre più in aumento, 1 su 10 infatti, viene eseguito sul web. Non è un caso infatti, che gli utenti posseggano sul proprio dispositivo mobile, almeno 3 app dedicate allo shopping.

La crescita del digitale non sembra arrestarsi e anzi sarà protagonista dei prossimi regali di natale.

Le statistiche, in particolare, affermano che il 90% degli italiani realizzerà i propri doni per mezzo di retailer, brand e marketplace online. E il 20% si servirà per le proprie idee, di uno dei social network più utilizzati del momento: Instagram.

Ecco perchè, oggi più che mai, risulta fondamentale gestire al meglio la propria pagina Ig e possedere un sito e-commerce.

Vuoi ricevere informazioni su come creare il tuo e-commerce o come gestire i tuoi social? Contattaci subito compilando il nostro form!

 Sempre all’interno del report, si legge che circa il 34% dei consumatori compra servendosi di un wallet digitale, il 12% utilizza i canali social e il 7% delle app di messaggistica.

Se vuoi avere maggiori dettagli sulla ricerca condotta da Salesforce, clicca qui e scopri di più.

La realizzazione di un aeroporto privato per il colosso delle vendite Amazon sarà presto realtà

Amazon avrà a breve un suo aeroporto e in tal modo, potrà ridurre il ricorso ai corrieri internazionali, garantendo ai propri clienti consegne ancora più veloci e tempestive, avendo la possibilità di gestirle direttamente.

Una scelta rivoluzionaria, quella compiuta dall’azienda, che si colloca perfettamente in linea con quanto già realizzato e con gli impressionanti progressi ottenuti fino a questo momento.

Il luogo prescelto per far sorgere la struttura si trova a Cincinnati ed è grande circa 900 acri.

Quando sarà disponibile il nuovo servizio di trasporto di Amazon?

Come data si presume il 2021, e si prevedono già circa 2 mila posti di lavoro per gli addetti che opereranno all’interno dell’aeroporto, che fungerà anche da centro di smistamento.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli e informazioni sull’argomento, clicca qui e scopri di più.

Ad affermarlo è un’indagine effettuata sugli e-commerce per conto del colosso delle vendite online Ebay

Gli e-commerce sono degli ottimi strumenti per combattere le disparità di genere.

Lo rivela una ricerca realizzata da Ipsos per eBay.

Dai dati raccolti infatti, emerge che circa il 25% delle donne intervistate, ritengano che gli shop online costituiscano un mezzo per affermarsi anche in ambiti generalmente riconosciuti di pertinenza maschile.

Se nel commercio offline, capita ancora che si riscontri diffidenza e pregiudizio nei confronti di attività che sono considerate appannaggio degli uomini, nel mondo di internet questo non succede e il genere del venditore non viene considerato un elemento fondamentale quando un utente procede ad effettuare un acquisto.

Sono infatti altri, gli aspetti che gli acquirenti preferiscono attenzionate, come le recensioni e il tipo di pagamento effettuabile.

Se vuoi approfondire l’argomento clicca qui e scopri di più!

Sapevi che puoi creare il tuo e-commcerce anche su WordPress?

Woocommerce è un celebre plugin attraverso il quale è possibile realizzare il proprio shop on-line su WordPress.

Se sei alle prime armi e sei indeciso se vendere o meno i tuoi prodotti on-line, allora questo articolo fa proprio al caso tuo!

Woocommerce costituisce infatti, una soluzione semplice e accessibile a tutti, soprattutto a chi inizia ad avvicinarsi al mondo degli e-commerce.

Mettiti comodo e scopri quali sono i motivi legati alla diffusione di questo utilizzatissimo plugin!

I vantaggi

Rispetto ad altre piattaforme come per esempio Magento, di cui abbiamo già parlato in questo articolo e sul quale abbiamo realizzato un’apposita guida scaricabile a questo link, Woocommerce risulta sicuramente più intuitivo e meno complesso.

Per questo, si presenta adatto sia alle piccole attività, che non hanno bisogno di portali eccessivamente sofisticati, sia a quelle medie, che intendono commercializzare i propri prodotti in modo facile e veloce.

Quali sono quindi le funzionalità che possono essere eseguite con Woocommerce?

In questo breve articolo, ti daremo quale cenno utile e ti illustreremo le potenzialità della piattaforma.

Prima di tutto occorre aggiungere il plugin al proprio sito, installarlo e attivarlo. Dopo bisognerà configurarlo, per scegliere le diverse impostazioni presenti.

Si possono inserire:

  • il tipo di prodotti offerti
  • la località e la valuta
  • il tipo di pagamento
  • il metodo di spedizione .

E’ permesso inoltre:

  • far rilasciare agli utenti le recensioni sugli acquisti
  • inviare delle email collegate agli ordini eseguiti
  • aggiungere dei coupon
  • creare delle categorie e delle sottocategorie per la merce messa in vendita.

Un plugin flessibile e personalizzabile

Una delle caratteristiche che contribuisce fortemente al successo di Woocommerce, riguarda poi la sua flessibilità: gli sviluppatori possono infatti personalizzarlo e adattarlo a tutte le esigenze del singolo commerciante.

Non a caso, il linguaggio di programmazione proprio di Woocommerce è il più diffuso tra i programmatori ovvero PHP.

I prodotti che risulta possibile vendere possono essere sia reali che digitali, soddisfacendo tutte le esigenze di ogni tipo di venditore. Inoltre è estendibile grazie all’utilizzo di altri plugin, che ampliano ulteriormente il ventaglio delle possibilità che sono già presenti.

Una piattaforma perfetta per tutti?

Con questi presupposti, Woocommerce sembra davvero la piattaforma ideale in grado di scalzare tutte le altre… Ma…

In realtà, occorre fare delle distinzioni, in relazione ai bisogni connessi alla propria attività e agli obiettivi che si perseguono.

Una realtà imprenditoriale dotata di una struttura di grandi dimensioni dovrà scegliere una soluzione più complessa, in grado di garantire prestazioni e funzionalità maggiori, come appunto Magento.

Chi invece desidera addentrarsi nel mondo del commercio on-line e ha un’attività medio- piccola, con Woocommerce farà sicuramente la scelta giusta!

Hai dei dubbi? Desideri una consulenza? Siamo a tua disposizione!

Adesso che hai le idee più chiare, vuoi creare un e-shop per il tuo negozio, ma non sai da dove cominciare? Niente paura!

In questi casi, la soluzione migliore è quella di affidarsi ad un esperto del settore! Contattaci subito, saremo lieti di fornirti una consulenza e aiutarti a realizzare il tuo e-commerce on-line!

Ricevere recensioni negative non rappresenta necessariamente un dramma: è opportuno imparare a gestire la situazione, per poterla così sfruttare a proprio vantaggio.

A tal proposito, esistono statistiche rassicuranti, che attestano che gli utenti sono portati ad avere maggiore fiducia quando visualizzando un prodotto, notano che sono presenti feedback sia positivi che negativi.

Claudio Ciccarelli, country manager italiano di Trustpilot ha provveduto a dare alcuni suggerimenti importanti agli imprenditori titolati di ecommerce:

  • I commenti negativi costituiscono un canale fondamentale per poter conoscere le opinioni dei consumatori e ciò può essere utile per migliorare i propri prodotti
  • Una recensione sfavorevole può diventare l’occasione per mostrare l’affidabilità e l’efficienza del proprio servizio clienti
  • L’azienda attraverso il feedback ha la possibilità di essere informata dell’inconveniente e porre rimedio all’insoddisfazione dell’utente
  • Avere solo recensioni positive genera dei sospetti nei confronti dei consumatori, che sono portati a dubitare della veridicità delle opinioni rilasciate dagli altri acquirenti

Se vuoi conoscere maggiori informazioni su come gestire le recensioni negative clicca qui e scopri di più.

La cultura digitale sbarca nel settore assicurazioni!

Banca Ifis e Yolo (Startup italiana delle assicurazioni online) lanciano Rendimax, una piattaforma che permette di stipulare polizze personalizzate di diversa natura e, soprattutto, in modalità self-service.

Un servizio adatto a che desidera sottoscrivere una polizza in totale autonomia, evitando complicazioni e attese.

Per saperne di più, clicca qui.