Si tratta di un braccialetto che permette di parlare al telefono senza cuffie, altoparlante e display

Il dispositivo Get è stato creato dalla startup italiana Deed.

La società ha fatto il suo ingresso anche nel mercato internazionale, grazie alla campagna di crowdfunding avviata sulla piattaforma Kickstarter.

Get è uno strumento multifunzione, che permette non soltanto di rispondere al telefono, ma anche di segnare tutti i progressi relativi all’attività fisica, controllare il proprio sonno e realizzare pagamenti.

Il prezzo di vendita inoltre, è pari a 190 dollari.

Ma come è possibile ascoltare il suono grazie ad un semplice braccialetto? Il meccanismo sfruttato è quello della conduzione ossea che permette il passaggio del suono, semplicemente appoggiando l’indice all’orecchio.

Se vuoi approfondire l’argomento, clicca qui e scopri di più.

I metodi utilizzati dalle aziende per essere sicure che sia tu ad entrare con il tuo account non si limitano alla password, ma esiste uno studio della biometria comportamentale

Oltre ai classici dati di accesso, le società hanno una tecnica che mira ad accertare sia proprio tu, ad accedere ai loro servizi online, registrando e studiando i tuoi comportamenti abituali.

Per sopperire alla debolezza delle password, in grado di essere sottratte o violate, sono attivati anche questi ulteriori protocolli, che mirano a ricordare i movimenti ed i passaggi effettuati.

In particolare, oltre a rilevare l’accesso da dispositivi o luoghi non abituali e non utilizzati di solito, ad essere attenzionati sono i movimenti del mouse e quelli sullo smartphone.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo argomento, clicca qui e scopri di più.

Anche i siti protetti dal certificato Tls sembrerebbero non essere al sicuro dagli attacchi di phishing, per questo l’FBI ha pubblicato un manuale di istruzioni

L’FBI mette in guardia gli utenti dai tentativi di phishing attivati su pagine che sono protette dal certificato Tls, e che per tale motivo, potrebbero trarre in inganno chi ci naviga.

Sarebbero circa 82, i siti che usano questo escamotage e che sono stati scoperti da Malaware Hunter.

Tra i consigli forniti dall’FBI c’è innanzitutto quello di non fidarsi a navigare su un portale, solo perchè si è accertata la presenza dell’icona del lucchetto di sicurezza accanto all’indirizzo web, o perchè risulta esserci il protocollo https.

Vedendo infatti che il sito è provvisto di tali elementi, coloro che lo utilizzano, potrebbero essere tratti in inganno ed essere convinti di consultare un portale sicuro e privo di rischi.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo argomento, clicca qui e scopri di più.

Il protocollo verrà rilasciato da Google e riguarderà i messaggi multimediali

Rich Communication Service è il nome del nuovo protocollo di messaggistica, che prenderà il posto dei vecchi sms.

Il nuovo servizio, sarà messo a disposizione da Google per i possessori di smartphone Android di Inghilterra e Francia, in via di test.

Proprio i possessori di Android in generale, saranno quelli che dovranno attendere meno tempo per l’implementazione che riguarderà tutte le nazioni, la cui data di avvio resta ancora un’incognita.

La particolarità del protocollo risiede possibilità di utlizzo di particolari messaggi multimediali, che costituiranno un ibrido tra gli sms e gli mms.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli, clicca qui e scopri di più.