Due pazienti di 51 e 24 anni, sono stati i primi ad aver ricevuto un cuore artificiale wireless, nel centro specialistico di Astana in Kazakistan.

Gli ambiziosi interventi sono stati eseguiti dal prof. Yuri Pya di Astana, dal prof. Ivan Netuka di Praga e dal prof. Massimo Massetti, ordinario di Cardiochirurgia all’Università Cattolica e direttore dell’Area Cardiovascolare della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS.

La particolarità dello strumento utilizzato, risiede nella possibilità di ricaricare il cuore in modalità wireless, grazie ad una cintura indossata dal paziente.

Tale dispositivo ha il vantaggio di diminuire i pericoli di infezioni e di garantire una migliore qualità della vita per il soggetto, a cui è stato impianto il cuore.

Se vuoi approfondire l’argomento relativo al primo cuore artificiale wireless clicca qui e scopri di più.

Apple annuncerà alcune novità in occasione dell’evento del 22 marzo.

Tra queste, sicuramente arriveranno i nuovi iPad, modelli aggiornati da 9,7 pollici e la nuova generazione dell’iPad mini.

Previsti anche l’AirPower , un tappetino di ricarica wireless in grado di essere utilizzato per per più apparecchi e i nuovi AirPods, che potranno essere ricaricati senza fili e garantiranno maggiori prestazioni.

Inoltre, saranno disponibili anche nella colorazione nera.

Per scoprire il nuovo iPhone occorrerà come sempre, attendere settembre.

Prossimamente si aspettano pure un aggiornamento dell’ipod touch e una nuova versione del MacBook pro da 16 pollici.

Se vuoi scoprire maggiori dettagli sulle novità Apple clicca qui e scopri di più.

La maggioranza dei concessionari europei non risulta provvisto di un sito web al passo con i tempi. A rilevarlo, è la ricerca eseguita da Motork, che ha realizzato il report “European Franchised Dealer Sites: Lo stato della presenza digitale della distribuzione automotive”.  

Cinque, in particolare, i mercati che sono stati oggetto dell’indagine: quello italiano, quello inglese, quello tedesco, quello francese ed infine quello spagnolo.

Quali sono i dati emersi? Intanto, il 25% sarebbe privo di una pagina contatti user-friendly, l’89% non risulterebbe ottimizzato per la visualizzazione su smartphone, il 45% non avrebbe link di condivisone sui social, il 54% non consentirebbe di conoscere il numero di auto disponibili e il 56% sarebbe sprovvisto delle funzionalità base.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sulla ricerca riguardante i siti web dei concessionari europei clicca qui  e scopri di più.

L’ultima creazione del MIT ha un fine ben preciso ed è quello di dare la possibilità anche alle imprese più piccole, che per i budget ridotti non possono assumere una figura specializzata, di fare data science.

Il software, in particolare, permettere di analizzare i dati inseriti e di ottenere delle previsioni e delle statistiche precise.

Tutto ciò è possibile senza dover ricorrere ad uno statistico di professione, ma semplicemente inserendo il dataset nel software.

Per conoscere maggiori dettagli su questo nuovo strumento per fare data science clicca qui e scopri di più.

La nuova frontiera delle smartcity sono le smart road: le strade intelligenti. Si tratta, nello specifico di strade che permettono a chi le percorre, di comunicare gli altri utenti che si trovano sullo stesso tragitto, per scambiarsi informazioni utili, riguardanti per esempio il traffico o le condizioni meteo.

Lo scorso anno, ad aprile, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha emanato il c.d. decreto Smart Road, con il fine di creare e rendere operative questo tipo di strade.

In particolare, il decreto prevede due fasi: una prima che deve concludersi entro il 2025, e programma un intervento sulle infrastrutture italiane della rete europea
TEN-T, Trans European Network – Transport e su quella autostradale e statale; una seconda che dovrà essere realizzata entro il 2030, e prospetta invece l’attivazione di servizi specifici e l’installazione di dispositivi di monitoraggio.

Inoltre, è stata disposta anche l’istituzione di un Osservatorio Smart Road presso il Ministero, con compiti di vigilanza e di coordinamento.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sull’iniziativa clicca qui  e scopri di più.

L’ultimo aggiornamento della nota applicazione di messaggistica Whatsapp, ha introdotto una nuova funzionalità, tesa a garantire maggiormente la privacy dei propri utenti.

Per attivare questo tipo di autenticazione, basta accedere alle impostazioni, selezionare la voce account e successivamente la sezione privacy.

Inoltre, è possibile impostare dopo quanto tempo dovrà essere richiesto lo sblocco tramite impronta o riconoscimento facciale.

Attualmente, questo tipo di funzione è stata rilasciata solo per iOS, mapresto sarà disponibile anche per Android.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sull’ultima novità di Whatsapp, clicca qui e scopri di più.

La soluzione per il bug di Facetime, che qualche giorno fa aveva destato scandalo, sembra vicina, almeno secondo quanto annunciato da Apple.

Nel comunicato, si legge infatti che l’aggiornamento correttivo verrà rilasciato la prossima settimana.

L’azienda inoltre, si scusa con gli utenti colpiti e li ringrazia per la pazienza dimostrata.

Il bug nello specifico, permetteva di spiare l’audio e il video dei partecipanti ad una videochiamata collettiva, prima che questi potessero rispondere, determinando una grave violazione della privacy.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli clicca qui e scopri di più.

Huawei ha creato un’app per permettere anche ai bambini non udenti di imparare a leggere.

Si chiama StorySign e utilizza l’intelligenza artificiale per tradurre le storie dedicate ai più piccoli nella lingua dei segni.

L’applicazione in particolare, si avvale di un avatar per raccontare le favole, creato dalla Aardman Animations, tramite una tecnologia di motion capture, pensata per permettere una riproduzione dei gesti assolutamente verosimile.

StorySign può essere scaricata da Google play o dalla libreria di Huawei e funziona selezionando una storia dalla libreria e inquadrando il libro tramite il cellulare.

Per conoscere maggiori dettagli e saperne di più clicca qui.